Seleziona una pagina

Alternanza scuola/lavoro

Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento

La principale funzione degli Istituti che si occupano della conservazione e della valorizzazione dei beni culturali è quella di destinarli al godimento dei cittadini.

Ma cosa c’è dietro a tutto questo? Negli obiettivi della L. 107/2015, dove si parla di “apprendistati”, periodi di studio teorico e pratico ricondurranno a qualifiche professionali riconosciute nell’ambito dei beni culturali, in un’ottica di miglioramento della qualità dell’insegnamento, verso una più agile transizione scuola-lavoro.

Attraverso la sperimentazione diretta e l’applicazione di strumenti professionali gli studenti contribuiranno alla costruzione di un’idea dinamica del patrimonio, un concetto che oggi tende ad essere sempre più in relazione con le cosiddette “comunità interpretanti”, rafforzando il rapporto con i visitatori e rendendo più proficua e duratura la loro relazione con l’oggetto e la collezione.

La finalità del progetto di Alternanza scuola/lavoro consiste nella costruzione di uno spazio di confronto dinamico e aperto dove lo studente partecipa attivamente; un ambiente educativo, ludico ed esperienziale in cui condividere una attività di museografia collettiva e partecipativa. Il progetto si profila come un processo di co-produzione dei contenuti culturali per la realizzazione di attività museali, uno spazio di costruzione – e non solo di trasmissione – di saperi e conoscenza che intende incrementare il processo di integrazione degli alunni con i processi di produzione culturale.

Alternanza Scuola/Lavoro 2019-2020

Opera al Museo

Il progetto di Alternanza Scuola Lavoro (Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento) del Museo delle Civiltà. Il positivo riscontro che i percorsi hanno ottenuto è stato riconosciuto anche dall’Ufficio Scolastico Regionale Lazio del MIUR che ha stipulato un protocollo d’intesa con il Museo.

Per l’anno scolastico 2019/2020 il progetto che il Museo delle Civiltà, in collaborazione con l’Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia, ha elaborato si intitola Opera al Museo: si vuole così sottolineare tutte le professionalità che concorrono perché un oggetto sia tutelato dalla struttura, dal momento dell’acquisizione in poi, indipendentemente dal fatto che esso sia esposto in una vetrina o conservato nei depositi.

Percorsi

AAAA-Archeologi, Antropologi, Archeozoologi e storici dell’Arte cercasi

Referente: Francesca Manuela ANZELMO (francescamanuela.anzelmo@beniculturali.it) con Francesca ALHAIQUE, Ilenia BOVE, Gaia DELPINO, Laura GIULIANO, Alessandra SPERDUTI
Sede: Museo preistorico etnografico “L. Pigorini” e Museo dell’alto medioevo “A. Vaccaro”
Descrizione dell’attività: Durante la settimana, gli studenti collaboreranno in prima persona alle attività di ricerca e di studio affiancando di volta in volta diversi specialisti dell’archeologia, antropologia, archeozoologia e storia dell’arte. Tra le attività previste: ricerca bibliografica sulle esplorazioni geografiche dei secoli scorsi; lavaggio, riconoscimento anatomico e analisi di scheletri umani e animali provenienti da scavi archeologici; digitalizzazione della documentazione relativa a materiale archeologico dalla preistoria all’alto medioevo; catalogazione e digitalizzazione delle collezioni orientali d’Italia.
Numero di studenti a gruppo: 6
È opportuno che gli studenti portino: tutto il materiale viene fornito in sede

Homo ludens

Referente: Claudio MANCUSO (claudio.mancuso@beniculturali.it) con Serena FRANCONE
Sede: Museo delle arti e tradizioni popolari “L. Loria”
Descrizione dell’attività: Obiettivo dell’esperienza è quello di condurre gli studenti all’interno di un percorso di studio che induca alla riflessione sulle trasformazioni del gioco nelle varie culture tra ‘800 e ‘900. I beni selezionati all’interno dei depositi saranno oggetto delle seguenti attività: schedatura, documentazione fotografica, riconoscimento dei materiali e valutazione dello stato di conservazione.
Numero di studenti a gruppo: 6
È opportuno che gli studenti portino: tablet e/o smartphone, fotocamera, cavo scarico dati

La biblioteca: una porta per l’altrove

Referente: Alessandra SERGES (alessandra.serges@beniculturali.it) con Francesca MASANOTTI
Sede: Museo preistorico etnografico “L. Pigorini”
Descrizione dell’attività: Percorso esperienziale rivolto ai licei classici e scientifici finalizzato al coinvolgimento dei ragazzi nelle attività di valorizzazione e fruizione con finalità di ricerca delle collezioni librarie. Dopo un percorso formativo sulle principali tappe del lavoro biblioteconomico (riordino e riscontro inventariale / inventariazione e schedatura / collocazione e cartellinatura / conservazione e tutela del libro / la biblioteca on line), i ragazzi potranno sperimentare l’attività pratica di ricerca bibliografica attraverso lo spoglio delle riviste scientifiche di settore finalizzata alla creazione di bibliografie tematiche e all’implementazione della schedatura delle collezioni librarie.
Numero di studenti a gruppo: 6
È opportuno che gli studenti portino: PC portatile

Il patrimonio culturale in tempi di guerra: archiviazione documentazione moschee dello Yemen

Referente: Michael JUNG (michael.jung@beniculturali.it)
Sede: Museo d’arte orientale “G. Tucci”
Descrizione dell’attività: Dal 1981 al 1989 un’importante missione archeologica italiana nello Yemen documentava le moschee storiche del paese, producendo una ricchissima raccolta di disegni, schizzi, piante, fotografie e descrizioni di più di 400 moschee storiche nonché di cimiteri e mausolei. A causa della guerra civile in corso nello Yemen sono stati già distrutti numerosi monumenti, e devastati e saccheggiati quasi tutti i musei del paese: gli studenti lavoreranno al riordino e alla scansione di parte del materiale raccolto durante gli anni ‘80, contribuendo alla salvaguardia della memoria storica dello Yemen.
Numero di studenti a gruppo: 4
È opportuno che gli studenti portino: PC portatile

Alle origini dell’arte

Referente: Mario AMORE (mario.amore@beniculturali.it)
Sede: Museo preistorico etnografico “L. Pigorini”
Descrizione dell’attività: Duplice lo scopo del presente progetto: per un verso affrontare il concetto di Storia e nello specifico il tema della cosiddetta “Arte del Paleolitico”, ritenuta la prima testimonianza di pensiero simbolico del genere umano, per altro verso, proprio attraverso questa esperienza, preparare i ragazzi a rappresentare ad altri, in una simulazione di visita guidata, l’argomento trattato. La didattica, realizzata attraverso i percorsi espositivi e le diverse attività educative ad essi collegate, è infatti una delle funzioni prioritarie del Museo.
Numero di studenti a gruppo: 6
È opportuno che gli studenti portino: tablet

Il viaggio della Magenta e altri itinerari di comunicazione

Referente: Gianfranco CALANDRA (gianfranco.calandra@beniculturali.it) con Sara VISCO
Sede: Museo preistorico etnografico “L. Pigorini”
Descrizione dell’attività: L’attività di trasformazione in ebook ed epub di alcuni capitoli del prezioso libro cartaceo “Viaggio intorno al Globo della pirocorvetta Magenta negli anni 1865-68” del naturalista italiano Enrico H. Giglioli, sarà alternata a percorsi di comunicazione efficace con esperienze di Visual Thinking Strategies.
Numero di studenti a gruppo: 6
È opportuno che gli studenti portino: tutto il materiale viene fornito in sede

Terre, terrecotte e terraglie

Referente: Gabriella MANNA (gabriella.manna@beniculturali.it) con Francesca PIZZICONI
Sede: Museo delle arti e tradizioni popolari “L. Loria”
Descrizione dell’attività: Gli alunni parteciperanno al lavoro di pulitura, inventariazione, schedatura e studio di alcuni vasi della tradizione italiana che saranno esposti in museo nel prossimo anno.
Numero di studenti a gruppo: 8
È opportuno che gli studenti portino: un camice o un grembiule

Dagli archivi alla vetrina

Referente: Rosa Anna DI LELLA (rosaanna.dilella@beniculturali.it) con Massimo CUTRUPI e Gabriella MANNA
Sede: Museo delle Arti e Tradizioni popolari “L. Loria”
Descrizione dell’attività: Durante il percorso gli alunni saranno impegnati nelle varie attività connesse all’esposizione degli oggetti nelle vetrine perché ben prima di selezionare le opere e redigere gli apparati didattici che le accompagneranno bisogna consultare documenti, inventari, cataloghi, fare ricerche iconografiche nell’archivio fotografico…
Numero di studenti a gruppo: 6
È opportuno che gli studenti portino: guanti di lattice o cotone se allergici

Studiare un museo e le sue collezioni: i costumi della commedia dell’arte

Referente: Anna SICUREZZA (anna.sicurezza@beniculturali.it)
Sede: Museo delle Arti e Tradizioni popolari “L. Loria”
Descrizione dell’attività: Redazione di un indice informatico per l’archivio delle stampe e dell’ufficio catalogo; ricognizione diretta e studio della collezione dei costumi della commedia dell’arte.
Numero di studenti a gruppo: 4
È opportuno che gli studenti portino: tutto il materiale viene fornito in sede

Visioni

Referente: Francesco AQUILANTI (francesco.aquilanti@beniculturali.it) con Gianfranco CALANDRA
Sede: Museo delle Arti e Tradizioni popolari “L. Loria” e Museo preistorico etnografico “L. Pigorini”
Descrizione dell’attività: Attività di promozione del Museo delle Civiltà attraverso l’utilizzo dei materiali audiovisivi e fotografici. Gli studenti si impegneranno in attività di realizzazione di campagne informative all’interno del Museo con l’utilizzo di materiali originali e storici.
Numero di studenti a gruppo: 6
È opportuno che gli studenti portino: tutto il materiale viene fornito in sede

Alla scoperta dei depositi e degli oggetti del restauro

Referente: Paolo Maria GUARRERA (paolomaria.guarrera@beniculturali.it)
Sede: Museo delle Arti e Tradizioni popolari “L. Loria”
Descrizione dell’attività: Gli studenti contribuiranno al riordino dei materiali all’interno del deposito dei legni, alla registrazione della loro posizione e stato di conservazione.
Numero di studenti a gruppo: 6
È opportuno che gli studenti portino: macchine fotografiche o altri dispositivi fotografici