Seleziona una pagina

Alternanza scuola/lavoro

Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento

La principale funzione degli Istituti che si occupano della conservazione e della valorizzazione dei beni culturali è quella di destinarli al godimento dei cittadini.

Ma cosa c’è dietro a tutto questo? Negli obiettivi della L. 107/2015, dove si parla di “apprendistati”, periodi di studio teorico e pratico ricondurranno a qualifiche professionali riconosciute nell’ambito dei beni culturali, in un’ottica di miglioramento della qualità dell’insegnamento, verso una più agile transizione scuola-lavoro.

Attraverso la sperimentazione diretta e l’applicazione di strumenti professionali gli studenti contribuiranno alla costruzione di un’idea dinamica del patrimonio, un concetto che oggi tende ad essere sempre più in relazione con le cosiddette “comunità interpretanti”, rafforzando il rapporto con i visitatori e rendendo più proficua e duratura la loro relazione con l’oggetto e la collezione.

La finalità del progetto di Alternanza scuola/lavoro consiste nella costruzione di uno spazio di confronto dinamico e aperto dove lo studente partecipa attivamente; un ambiente educativo, ludico ed esperienziale in cui condividere una attività di museografia collettiva e partecipativa. Il progetto si profila come un processo di co-produzione dei contenuti culturali per la realizzazione di attività museali, uno spazio di costruzione – e non solo di trasmissione – di saperi e conoscenza che intende incrementare il processo di integrazione degli alunni con i processi di produzione culturale.

Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento 2020-2021

Opera al Museo

Per il terzo anno di seguito il progetto che il Museo delle Civiltà in collaborazione con l’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale propone agli studenti si intitola Opera al Museo, ma a parte il nome tutto è cambiato. La modulistica, i criteri di valutazione, le modalità con cui vengono affrontati gli argomenti, gli argomenti stessi, i tempi, le esercitazioni, tutto ha dovuto misurarsi con le mutate condizioni causate dall’emergenza sanitaria.

Le attività si svolgeranno per la maggior parte in remoto e gli studenti, per un massimo di 12 a gruppo, saranno coinvolti ogni giorno in un aspetto diverso della vita del museo: incontreranno storici dell’arte e restauratori, demoetnoantropologi e fotografi, esperti in comunicazione e archeologi che illustreranno il loro ruolo all’interno del museo. Gli incontri si articoleranno in una parte teorica e in una più pratico-laboratoriale, in cui si sarà messa alla prova la capacità degli studenti di organizzarsi per individuare e risolvere i vari quesiti emersi durante gli incontri.

Percorsi

AAAA-Antropologi, Archeologi, Archivisti, Archeozoologi, storici dell’Arte e Anche Altre Figure professionali cercasi

Si articola in diversi incontri a seconda del periodo scelto

  • La storia siamo noi. Gli oggetti conservati presso il Museo delle arti e tradizioni popolari raccontano una storia parallela a quella dei grandi avvenimenti che si impara a scuola, ma non meno densa di significato.
    tutor Gabriella Manna (gabriella.manna@beniculturali.it) e Sara Visco (sara.visco@beniculturali.it)
  • Strategie di comunicazione. Gli studenti saranno introdotti in un settore fondamentale della vita del museo, l’ufficio della mediazione e promozione delle diverse attività che si svolgono all’interno.
    tutor Gianfranco Calandra (gianfranco.calandra@beniculturali.it)
  • Giornata dedicata alla preistoria in cui si affronterà l’importanza dello studio storico, il concetto di arte e si approfondirà l’osservazione dell’arte Paleolitica.
    tutor Mario Amore (mario.amore@beniculturali.it)
  • Così lontani così vicini. L’uomo e altri animali Quale posto occupa l’uomo nella natura? Perché ci siamo definiti Homo sapiens e cosa significa questo nome? Quale è la nostra storia evolutiva? Cosa abbiamo in comune con gli altri animali? Cosa ci distingue e in che misura? In un laboratorio “a distanza” potremmo analizzare alcuni reperti fossili lungo la linea evolutiva umana e vedere e commentare alcuni brevi documentari scelti da Youtube.
  • Can we talk about it? Razze e razzismi di ieri e di oggi, un’attività che propone un laboratorio sul concetto di razza, sulla costruzione psico-sociale dei pregiudizi e sulle diverse manifestazioni del razzismo.
    tutor Alessandra Sperduti (alessandra.sperduti@beniculturali.it)
  • Dietro le quinte del Museo delle Civiltà: la ricerca archeozoologica. Tra i molti specialisti che operano all’interno del museo c’è anche l’Archeozoologo, un ricercatore che si occupa del riconoscimento e dell’interpretazione dei resti di animali ritrovati nei siti archeologici.
    tutor Francesca Alhaique (francesca.alhaique@beniculturali.it)
  • Conoscere e comunicare un’opera. Dopo aver discusso insieme la necessità di saper comunicare le opere al pubblico nel modo più accessibile possibile, analizzeremo insieme un’opera africana i ragazzi selezioneranno le informazioni per creare un prodotto finale di comunicazione al pubblico.
    tutor Gaia del Pino (gaia.delpino@beniculturali.it)
Dietro la vetrina

Si ipotizza di svolgere questo percorso verso la fine dell’anno scolastico solo se potranno essere rispettate le norme indicate dai responsabili alla sicurezza

Cosa si nasconde dietro le vetrine di un museo? In questo progetto gli studenti coinvolti avranno l’opportunità di entrare nel “dietro le quinte” dell’attività conservativa di un museo, accedendo alle aree dei depositi e del Laboratorio di Conservazione e Restauro collaborando con le professionalità che lavorano più a diretto contatto con i beni culturali.
Nei depositi del Museo delle Arti e Tradizioni popolari gli studenti potranno svolgere semplici operazioni di manutenzione e movimentazione di manufatti ceramici, impareranno a compilare schede conservative e di tipo inventariale, producendo anche una documentazione fotografica.
All’interno del Laboratorio di Conservazione e Restauro presso il Museo “L. Pigorini”, gli studenti visioneranno i beni al momento oggetto d’intervento, comprendendo quali siano le fasi decisionali che portano alla definizione di un restauro, e apprendendo i concetti base legati alla conservazione preventiva. Impareranno, quindi, a progettare e costruire delle scatole conservative, finalizzate alla messa in deposito di beni di diverso materiale.
tutor Maria Francesca Quarato (mariafrancesca.quarat@beniculturali.it), Alessandra Montedoro (alessandra.montedoro@beniculturali.it), Giulia Cervi (giulia.cervi@beniculturali.it) Serena Francone (serena.francone@beniculturali.it), Gabriella Manna (gabriella.manna@beniculturali.it)

 

I lavori degli studenti

Liceo Ginnasio Torquato Tasso
Liceo Scientifico Statale Aristotele
Liceo Blaise Pascal